Il libro racconta i tre protagonisti: conoscili meglio

Conosciamo insieme i tre protagonisti attraverso tre estratti del romanzo:

Angelica

“Angelica era lesbica e non l’aveva capito, non l’aveva scoperto”. Capire e scoprire sono due verbi che coinvolgono necessariamente qualcosa di sconosciuto fino a quel momento. Si capiscono le divisioni in colonna a scuola e si scoprono nuovi pianeti quando ci si spinge oltre i propri orizzonti. Il proprio corpo e la propria vita invece no. Si vive con se stessi da sempre e per sempre e certe cose non si scoprono all’improvviso, semmai, si coprono”.

Claudio

“Quando ti dicono ‘hai la faccia da bravo ragazzo’ hanno già descritto la tua personalità e il tuo modo di vivere. Non sono previsti colpi di scena. Non si può andare in giro indossando una faccia del genere e poi deludere le aspettative, fare degli errori o lasciarsi andare a dei colpi di testa. Per questo le facce da bravo ragazzo fanno quasi sempre il paio coi segreti…”.

Letizia

“Letizia alzò la testa e aprì gli occhi. Fece fatica ad abituarsi persino a quella penombra. Le luci erano fredde, le finestre illuminate nelle case degli altri raccontavano storie mute, senza inizio e finale, e comunque non la riguardavano. Lei non era in nessuna di quelle storie, non l’aveva mai avuta una storia così, con una cucina illuminata da una luce calda e gialla e una famiglia silenziosa intorno a una cena. Si sentì ancora più triste, ma in fondo era lì per questo. Tornava sempre in quella piazza quando voleva essere di nuovo felice.
Ancora nessuno, lui era in ritardo. Si rituffò sulle sue ginocchia e chiuse gli occhi.
«Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome…». Le piaceva il suono delle sue parole bisbigliate. Era una litania rassicurante, una ninna nanna per aspettare l’uomo nero”